Sito in fase di allestimento. Lavori in corso. "Il futuro all'inizio è sempre un cantiere"

Documenti del Comitato

Progetto Bosco. Il contributo del comitato per la Social Valley

Boschi montagna pistoiese

Il gruppo di lavoro Ambiente al termine del suo impegno da giugno a ottobre 2017 ha raccolto le proprie riflessioni in un documento che è stato presentato pubblicamente nel corso del convegno organizzato dal CAI Pistoia il giorno 25.11.2017 dal titolo "Boschi e torrenti di montagna: problema o risorsa ambientale ed economica?".

Riteniamo che questo documento costituisca un contributo significativo per la volorizzazione della più importante risorsa della nostra Montagna costituita dal suo territorio inteso in tutti i significati e contenuti che lo caratterizzano.

Leggi tutto: Progetto Bosco. Il contributo del comitato per la Social Valley

I soci del comitato

Soci fondatori

Sauro Romagnani
Roberto Prioreschi
Pubblica Assistenza Maresca Ruggero Milia
Ciatti Remo snc di Buonomini Luca Buonomini
Coop SEAF Giuntini Giampaolo
Savigni Società Semplice Agricola Niccolò Savigni
I+ srl Elena Tamburini
Valerio Marchioni
O.M. Legno snc Lorenzo Mucci
Istituto Ricerche Storiche Archeologiche Francesca Giunti
Deanna Gavazzi
Cai Maresca Montagna Pistoiese Sauro Begliomini
Franco Filoni
Giorgio Simonini
UTL sas Luca Tanganelli
Manusa Coop Sociale Silvia Gentili
Legambiente Pistoia Samuele Pesce
Francesca Orlando
Giancarlo Capecchi
Elisabetta Ricciardi
Valerio Sichi
Dynamo Tennis Club Moreno Seghi
Alice Sobrero
Luigi Romoli
Elena Calabria CNA Pistoia
Associazione Archivio Storico Orlando SMI
Carlo Tricarico
Cosima Galasso
Società Toscana Agricola Immobiliare STAI Francesca Lazzi
COMPTURIST srl Francesca Lazzi
Dynamo Camp Roberto Orlandini

Soci al 14 maggio 2019

Barsanti Piergiorgio A.S. ABETI RACING
Arcangeli Laura
Begliomini Katuscia DREAM ITALIA
Bizzarri Eva Hotel la Pace
Buonincontro Enrico
Buonomini Marco Ciatti Remo SNC
Castelli Carlo Persona Fisica
Ceccarelli Carluccio Albergo Sichi
Cecchi Carlo Antonio
Conte Franca Villa Chiara/ La Magnolia SRL
Corradini Alessandro MDU ARCHITETTI
Ferrari Marco
Iori Gianluca IRSA
Mucci Marco
Nesti Fabio
Nesti Alessandra
Nesti Albarosa Unicoop Montagna Pistoiese
Cinotti Pierluigi Pubblica Assistenza di Maresca
Rimediotti Roberto
Tonarelli Giuliano Hotel Villa Patrizia
Traversari Stefano
Vivarelli Alessandro C.E.D Vivarelli
Pistolozzi Enrico B&B Villa Porta
Castelli Francesco ASSOCIAZ LA QUADRIGLIA
Spiti Giovanni FONDAZIONE TURATI
Nesti Valentina
B&B Monte Oppio
Penna Elio Pubblica Assistenza Campo Tizzoro / Bardalone)
Colombini Armando A.S.D Eventi Sport Racing
Formento Monica
Soldati Luisa Idee per la testa
Breschi Antonio Automobile Club Pistoia
Venturi Aldo Albergo Ristorante La Selva
Bacci Gabriele
Innocenti Franco Az. Floricola Sas
Confcommercio Pistoia CONFCOMMERCIO
Geri Manuela Ecomuseo
Cinotti Alice
Milianti Marilena Il Baggiolo
Arinci Silvia
Ducci Sergio Dance Theatre School
Ricci Jonathan Venusia SRL
Lorenzini Susanna
Olla Marco BG Legno SRL
Giovannetti Enea
Montagna Pistoiese ASD Montagna Pistoiese A.S.D
Villani Stefano
Dal Pra Sandro
Sepiacci Moreno COESO
Freccioni Fabio Freccia Azzurra ASD
Orlandini Antonio Agriturismo Barbicaio / Az. Agricola forestale
Nigro Vito
Sabbatini Ivano Oasi Dynamo
Ferrari Athos ESSEA di Gori Sergio e Ferrari Athos
Biondi Luca
Bartoletti Andrea
Marchetti Rachele
Reggiannini Jacopo
Luigi Vincenzo Russo Farmacia Campo Tizzoro
Bechereucci Franco
Balota Mihai (Michele)
Pagliai Stefano Maresca Viaggi di Sbaragli Roberto & c.s.n.c
Borgioli Gianna
Oleari Simona
Lenzini Riccardo Albergo Ristorante il Cacciatore
Innocenti Loretta Agenzia Immobiliare Lo Scoiattolo
Umberto Erpichini Pro Loco Pracchia
Testi Enrico Social Business Lab Pistoia
Ponziani Vanni
Sadowsky Francesco
Belfiore Carla
Unione ConfCooperative
Gigli Alessandro Nuoto Montagna Pistoiese ASD

Statuto del Comitato

STATUTO

1. COSTITUZIONE E SEDE

Con il concorso di persone ed enti interessati allo sviluppo della Montagna pistoiese è costituito il “Comitato per la realizzazione della Social Valley”, di seguito Comitato.

Il Comitato ha sede in San Marcello Pistoiese, viale Luigi Orlando 100, Campo Tizzoro.

2. SCOPO

Il Comitato opera senza fini di lucro e tutte le attività vengono svolte dai soci a titolo gratuito.

Il Comitato ha lo scopo di promuovere l’ideazione e lo sviluppo di un progetto di valorizzazione della Montagna pistoiese denominato “Social Valley”, consistente nella creazione di un distretto dell’economia sociale dedicato allo sviluppo di soluzioni, servizi e tecnologie per il benessere della persona e della comunità.

3. ATTIVITA’

Per perseguire lo scopo prefissato il Comitato intende sviluppare le seguenti iniziative:

  • promuovere la definizione di dettaglio e lo sviluppo operativo del progetto per la realizzazione della “Social Valley”, anche favorendo lo scambio culturale e i rapporti di collaborazione con enti e istituzioni, centri di ricerca e universitari, imprese, operanti nel territorio della Montagna pistoiese e al di fuori di esso;
  • organizzare e gestire attività di studio, di sensibilizzazione e di diffusione culturale tra gli associati e, più in generale, nella comunità della Montagna pistoiese, sui temi oggetto del Comitato;
  • favorire la conoscenza del progetto a livello locale, regionale e nazionale, anche con la finalità di stimolare l’interesse di investitori e finanziatori;
  • assumere ogni altra iniziativa strumentale finalizzata al perseguimento dello scopo sociale.

4. DURATA

La durata del Comitato è fissata sino a giugno 2018. Può essere prorogata con deliberazione dell’assemblea, con cui si provvede altresì a rinnovare la composizione degli organi.

5. SOCI

Possono aderire al Comitato tutti gli enti, le imprese e le persone fisiche che ne condividano le finalità e intendano contribuire allo sviluppo con il loro apporto di competenze, risorse e iniziative.

Per aderire al Comitato occorre presentare domanda al consiglio direttivo o essere presentato da un socio.

Il consiglio direttivo può respingere le domande di ammissione, senza l’obbligo di darne la motivazione.Sull'ammissione a socio il consiglio direttivo delibera a maggioranza.

Il socio può recedere in qualsiasi momento, previa comunicazione scritta, ma senza diritto alla restituzione della quota versata al fondo comune di cui al successivo art. 13.

6. ORGANI DEL COMITATO

Gli organi del Comitato sono:

l’Assemblea generale;

il Consiglio direttivo;

Il Presidente del consiglio direttivo.

7. ASSEMBLEA GENERALE

L’assemblea generale è composta da tutti i soci aderenti al Comitato che dovranno risultare dal libro soci tenuto presso la sede del Comitato.

All’assemblea generale possono essere invitati, senza diritto di voto, coloro che, pur non essendo soci, hanno dichiarato di condividere e di collaborare alle attività del Comitato.

8. COMPITI DELL’ASSEMBLEA GENERALE

L’assemblea generale:

  • valuta e approva il programma delle iniziative proposte dal consiglio direttivo;
  • delibera su qualunque argomento le sia sottoposto dal consiglio direttivo;
  • delibera sulle modifiche statutarie;procede alla elezione dei membri del consiglio direttivo, nonché del Presidente;
  • delibera in ordine alla decadenza ed alla esclusione dei soci, su proposta del consiglio direttivo;
  • delibera in ordine alla eventuale proroga della durata del Comitato e in questo caso provvede alla nomina del consiglio direttivo e del presidente per un periodo pari a quello della proroga.

Le decisioni sono prese a maggioranza semplice ed in caso di parità prevale il voto del Presidente.

9. FUNZIONAMENTO DELL’ASSEMBLEA

L’assemblea è convocata dal Presidente del consiglio direttivo, o almeno dalla maggioranza dei soci, mediante convocazione da inviare a tutti i soci del Comitato, via posta elettronica o nelle forme ritenute più idonee. L’avviso di convocazione, che dovrà essere inviato con un preavviso di almeno 7 giorni, dovrà contenere gli argomenti all’ordine del giorno, il luogo, il giorno, e l’ora della convocazione. L’assemblea generale si riunisce almeno una volta all’anno.

L’assemblea delibera con il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti.In caso di parità di voti è determinante il voto del Presidente del consiglio direttivo. Ogni socio può conferire ad altro socio delega per intervenire in assemblea generale, nessun socio può essere portatore di più di una delega.

10.CONSIGLIO DIRETTIVO

Il consiglio direttivo è composto da un numero massimo di 6 membri, eletti dall’assemblea generale tra i propri soci persone fisiche o designate dagli enti. In seno al consiglio direttivo, al fine di assicurare una più efficace ed efficiente funzionalità dell’organo, possono essere attribuite deleghe specifiche. Il consiglio ha altresì facoltà di costituire specifici gruppi di lavoro, anche con la partecipazione di non membri del consiglio stesso.

Spetta al consiglio direttivo:

  • proporre e dare attuazione al programma di iniziative approvato dall’assemblea;
  • valutare le domande di adesione al Comitato e sottoporre all’assemblea proposte di decadenza o di esclusione dei soci;
  • assumere le più opportune iniziative per il perseguimento degli scopi del Comitato;
  • dare esecuzione alle decisioni dell’assemblea.

Spetta altresì al consiglio direttivo la nomina del Tesoriere del Comitato. Il consigliere od i consiglieri eventualmente a ciò delegati rispondono del proprio operato al consiglio direttivo che resta comunque l’unico responsabile nei confronti dell’assemblea generale e dei terzi.

11. FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il consiglio direttivo si riunisce su convocazione del Presidente ogni volta che sia ritenuto necessario e almeno una volta ogni 30 (trenta) giorni, o su richiesta di almeno metà dei suoi membri, a mezzo di comunicazione scritta o posta elettronica contenente l’elenco degli argomenti da trattare.

Le riunioni del consiglio direttivo sono valide se sono presenti almeno la metà più uno dei consiglieri.Le decisioni sono prese a maggioranza semplice ed in caso di parità prevale il voto del Presidente.

12. IL PRESIDENTE

Il Presidente del consiglio direttivo è il Presidente del Comitato nominato in occasione della prima Assemblea generale. Nomina il Vice presidente.

A lui o, in caso di sua assenza o impedimento, al Vice presidente, spettano i compiti:

  • di convocare e presiedere le riunioni del consiglio direttivo e dell’assemblea;
  • di promuovere ogni attività volta a dare attuazione alle decisioni dell’assemblea generale e del consiglio direttivo;
  • di rappresentare il Comitato in tutte le occasioni pubbliche;
  • di eventualmente delegare uno o più consiglieri allo svolgimento di specifici compiti.

13. FONDO COMUNE

Eventuali spese del Comitato, per iniziative in linea con gli scopi del medesimo, saranno sostenute tramite un fondo comune il cui ammontare viene stabilito dall’Assemblea generale. Per realizzare le proprie finalità ed obiettivi il Comitato si avvale anche di contributi e corrispettivi provenienti da enti pubblici o privati che condividono gli obiettivi e intendono sostenere il progetto “Social Valley”, anche finanziando specifiche iniziative. Il consiglio direttivo presenta annualmente all’assemblea il rendiconto economico e delle attività.

Qualora sussistano fondi inutilizzati il consiglio direttivo propone all’assemblea la loro destinazione privilegiando il sostegno ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS).

14. MODIFICA DELLO STATUTO E SCIOGLIMENTO

Ogni modifica del presente statuto o lo scioglimento anticipato del Comitato dovranno essere deliberati con il voto favorevole di almeno i due terzi dei soci effettivi presenti in assemblea generale.

15. NORMA DI RINVIO

Per quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia.

Atto costitutivo

ATTO COSTITUTIVO

del Comitato promotore per la realizzazione di un progetto di valorizzazione della Montagna pistoiese denominato “Social Valley”.

Premesso:

  • che la Montagna Pistoiese presenta caratteristiche e potenzialità simili che derivano da vicende sociali ed economiche che connotano il territorio quanto a dinamiche demografiche, dotazione di servizi pubblici e struttura produttiva;
  • che la trasformazione della realtà sociale ed economica rende sempre più rilevante il ruolo del nonprofit, accanto al settore pubblico e alle imprese profit, per la risoluzione di problemi sociali, in particolare nell’ambito della cura e assistenza alla persona, del welfare inclusivo e comunitario, del sostegno alle disabilità e delle forme di svantaggio;
  • che il territorio della Montagna Pistoiese si presta per creare un modello di riferimento a livello locale, nazionale e internazionale per l’ideazione e la prototipazione di progetti imprenditoriali a contenuto sociale, proponendosi come centro di riferimento per attività a carattere formativo, per lo sviluppo di tecnologie e piattaforme, e per l’elaborazione di modelli di gestione rivolti a promuovere l’innovazione sociale all’interno di organizzazioni pubbliche, imprese profit e non profit.

In data 13 giugno 2016, alle ore 17.30, presso la sede del Dynamo Camp, in Limestre via Ximenes n. 662 si sono riuniti i sigg.ri:

XXX XXX c.f omissis
XXX XXX c.f. omissis
XXX XXX c.f omissis
XXX XXX c.f. omissis
ecc.

ed hanno deliberato, ai sensi della legislazione vigente, di costituire un comitato di volontariato denominato “Comitato per la realizzazione della Social Valley" che si prefigge di promuovere l’ideazione e lo sviluppo di un progetto di valorizzazione della Montagna pistoiese denominato “Social Valley”, consistente nella creazione di un distretto dell’economia sociale dedicato allo sviluppo di soluzioni, servizi e tecnologie per il benessere della persona e della comunità.

Il Comitato si prefigge di sviluppare il progetto di dettaglio e di curarne la fase iniziale di avviamento, informando capillarmente la popolazione, garantendo la partecipazione di enti, imprese e cittadini che vogliano aderire al Comitato stesso, e promuovendo la sensibilizzazione di enti pubblici e privati perché intervengano a sostegno del progetto.

Il costituito comitato ha sede in San Marcello Pistoiese viale Luigi Orlando 100, Campo Tizzoro, non ha fini di lucro ed è apartitico e aconfessionale.

San Marcello Pistoiese, 13 giugno 2016 Seguono firme: